Mobile app per il business

Le app sono un fenomeno che ha raggiunto livelli di diffusione mondiale. Vediamo di capire partendo dalle basi d cosa si tratta e quali sono le vere potenzialità delle app.

Cos’è un app?

L’app non è altro che un programma (come può esserlo Microsoft Word) che viene utilizzato su un telefono cellulare. Pur esistendo sin dai primi anni 2000 anche su telefoni evoluti (es. Nokia), è stata la seconda edizione dell’iPhone a segnare la strada dando agli sviluppatori degli strumenti che permettessero di realizzare semplicemente qualcosa di veramente differente e unico.

Come arriva sul telefono?

Per aggiungere un’app al proprio smartphone si utilizza un’app speciale che fa da negozio delle app (AppStore per iPhone e PlayStore per Android). In questo negozio è possibile scegliere, pagare se necessario e scaricare tutte le app a disposizione.

Quanto costa?

Le app possono essere sia gratuite che a pagamento e i prezzi possono arrivare fino a qualche decina di euro. Esistono casi di applicazioni molto più care ma sono estremamente specifici e rari.
Le app gratuite possono servire da accesso ad un servizio (es. la banca) e quindi il costo dell’app è sostenuto interamente da chi eroga il servizio.
Altre app gratuite richiedono pagamenti successivi dentro l’applicazione per accedere a contenuti aggiuntivi o funzionalità (es. livelli avanzati dei videogiochi)

Come si usa?

Per l’utente finale l’app è rappresentata da un’icona e un titolo e viene organizzata sul proprio telefono assieme a tutte le altre app. il tocco dell’icona permettere di avviare l’applicazione.

Le app vengono utilizzate su smartphone che dispongono principalmente di uno schermo a tocco. Sebbene l’assenza di un mouse e di una tastiera sia una limitazione, le app di ultima generazione hanno fatto dell’interfaccia a tocco un’arte.
L’utilizzo delle proprie dita rende tutto già naturale, componente chiave del successo degli smartphone e delle app. Non ci sono corsi o manuali da leggere: basta toccare, trascinare, spostare l’icona che rappresenta il mio oggetto.

Cosa può fare?

L’app sullo smartphone ha delle potenzialità enormi date dalle caratteristiche del telefono. Alcuni esempi di funzionalità ormai presenti anche nello smartphone più economico:

  • ricevere notifiche push
  • collegarsi ad Internet per ricevere e inviare dati
  • scattare fotografie
  • accedere alla rubrica telefonica dell’utente
  • registrare e riprodurre audio
  • utilizzare la posizione GPS dell’utente
  • reagire ai movimenti del telefono (es. rotazione)
  • utilizzare connessioni senza filo

Non esiste un equivalente dello smartphone per funzionalità. Se unite queste potenzialità con una connessione ad internet avrete la chiave del successo delle app degli ultimi anni. Non c’è modo più semplice ad oggi per inviare ad un amico una immagine che scattarla con lo smartphone ed inviarla tramite un messaggio whatapp via internet.
La connessione ad Internet è la funzionalità più importante che ha reso le app un fenomeno mondiale di tale portata.

L’app può invadere la privacy?

Quindi un’app può sapere dove si trova l’utente in qualunque momento? E magari comunicarlo a qualcuno via internet? Si ma fortunatamente non è così semplice. Le ultime versioni di smartphone hanno fatto grandi passi avanti nella protezione della privacy dell’utente.
L’accesso ai dati personali e alle funzionalità dello smartphone sono sempre protetti da una richiesta all’utente. Quest’ultimo deve essere consapevole che l’app che sta utilizzando vuole accedere, ad esempio, alla fotocamera o al microfono.
Se l’utente non desidera, ad esempio, che venga registrato l’audio può impedirlo in qualunque momento.

Conclusione

La diffusione delle app non è merito di una caratteristiche speciale ma di un insieme di: semplicità di fruizione, potenzialità e facilità di accesso.
Oggi vengono utilizzate da un pubblico vastissimo e senza limiti di età. Pubblico che si è già abituato a fruire dei servizi base attraverso questa tecnologia e si aspetta lo stesso livello di facilità quando interagisce con un nuovo servizio.


Scritto da Mauro Piccini - Consulente informatico con più di 20 anni di esperienza, specializzato nell’ambito mobile e proprietario di Pico mama

Pico Mama progetta e realizza app per smartphone.

Se sei interessato ad approfondire l’argomento o hai bisogno di un aiuto per valutare come un’app può essere utile al tuo business, contattaci lasciando un messaggio.